Quanti giorni può stare il mio bambino senza fare popò?

Sono troppi 18 giorni senza fare la popò?”, Ha chiesto una mamma di un bambino di 3 mesi.  Che ci crediate o no, sì, a volte va bene. Quanto tempo è troppo senza che il bambino faccia la popò?  La risposta dipende dall’età e dalla dieta, ma il più delle volte i bambini stanno bene pur avendo evacuazioni minime o nullo.  Ecco perché può trascorrere molto tempo tra un movimento intestinale e l’altro e solo quando è necessario ci si può preoccupare della costipazione e di altre rare emergenze mediche.

I bambini di età superiore alle otto settimane trascorrono spesso 4 o 5 giorni senza evacuare e non significa che siano costipati. I bambini allattati al seno, soprattutto se non hanno iniziato ancora a mangiare cibi solidi, possono facilmente trascorrere due settimane senza fare la popò, a partire dai 2-3 mesi. Il latte materno è esattamente ciò di cui il tuo bambino ha bisogno, e lascia poco scarto da far espellere al bambino.  

I bambini allattati esclusivamente al seno non sono quasi mai costipati.  

Potrebbero passare molto tempo senza evacuare, ma il loro pancino non è pieno di popò.  Se il tuo bambino sembra a disagio, probabilmente c’è qualcos’altro che non va. Il latte materno ha proprietà lassative ed i bambini allattati esclusivamente al seno, quasi mai hanno bisogno di un lassativo.

I bambini nutriti con latte artificiale che hanno iniziato a mangiare cibi solidi spesso sono stitici, ma possono essere facilmente curati.  Se il tuo bambino sembra a disagio, si sta sforzando di avere un movimento intestinale o ha feci dure e solide, probabilmente è costipato. Prova a massaggiargli, magari unitamente ad un bagno caldo.

A indurre il genitore nell’errore (di interpretare come stitichezza) l’assenza di evacuazioni per qualche giorno, c’è anche un particolare riflesso, il “riflesso gastro-colico”, presente nei primi giorni di vita.

Questo rilfesso fa sì che, quando il cibo arriva nello stomaco, automaticamente il contenuto del colon (cioè le feci) venga spinto in basso. Ecco perché i neonati mangiano e, subito, magari mentre stanno ancora poppando, emettono feci; questo anche cinque, sei volte nel giorno. Il genitore si abitua a considerare normale questo ritmo e quando quel riflesso si attenua e scompare, interpreta facilmente per “patologia” l’improvviso dilatarsi dei ritmi defecatori. Ed è ancora più facile che il normale spingere un po’ impacciato dei neonati, divenga ai suoi occhi “un tremendo sforzo carico di sofferenza.”

La dieta della mamma ha un impatto?

Assolutamente no! Le fibre vegetali, l’acqua e i lassativi potranno rendere più morbide le feci della mamma, ma mai e poi mai influenzeranno la composizione del latte materno e, di conseguenza, la funzione intestinale del bambino allattato. (1)

I neonati spesso evacuano ogni poppata, circa 6 volte al giorno. Nelle prime settimane dopo il parto gli intestini del tuo bambino stanno maturando e stanno diventando più efficienti nel digerire il nutrimento dal latte materno o dalla formula.  Man mano che il loro intestino migliora nel digerire il cibo, il tempo che intercorre tra i movimenti intestinali diventa sempre più lungo. Prima che tu lo sappia avrai un bambino di due mesi che sta diversi giorni senza sporcarsi il pannolino.

Perché i bambini possono essere costipati?

I bambini stanno ancora sviluppando forza nei muscoli addominali, e quindi potrebbero dover lavorare un po ‘per evacuare. Ogni mamma che ha appena avuto un bambino lo capisce – quando sei incinta e non hai molta forza muscolare addominale, è molto difficile andare in bagno.  I neonati sono nella stessa situazione – senza molto tono muscolare addominale devono sforzarsim anche se le loro feci sono morbida. Può essere normale che i bambini spingano o si sforzino un po’ per fare passare le feci – questo è il loro esercizio, stanno costruendo i muscoli addominali.

Una volta introdotti alimenti complementari, assicurati di includere un bilanciato apporto di frutta e verdura. Usare i preconfezionati per bambini è pratico per i viaggi e per gli spuntini, ma la ricerca mostra che contengono troppo sale e zucchero. 

Non dare acqua al tuo bambino prima dei 6 mesi. Sebbene la disidratazione possa essere una causa di costipazione, non somministrare acqua al bambino a meno che non sia stato prescritto da un medico. Somministrare acqua ai neonati può provocare disturbi elettrolitici che possono essere gravi e talvolta fatali.  Il latte materno e la formula contengono la giusta quantità di sodio, cloruro, potassio e altri elettroliti. Quando dai acqua puoi diluire questi elettroliti. Sebbene i reni del tuo bambino dovrebbero correggere i cambiamenti di elettroliti, troppa acqua può essere più di quanto i loro reni possano gestire.

Fonti e risorse:

1. Uppa, https://www.miobambino.it/m/articolo/la-34finta34-stitichezza-del-neonato_1132.html

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close