Liberi dal pannolino!

Sarà il momento? Quando capirò che il bimbo è pronto per togliere il pannolino?

Ecco alcune pillole che potranno essere utili.


SEGNALI

  1. conoscere la differenza tra asciutto e bagnato; tra sporco e pulito

  2. Imparare a controllare la vescica e a trattenere la pipì

  3. Acquisire la capacità motoria per raggiungere il bagno e comunicare le proprie necessità

QUANDO È PRONTO?

SVILUPPO FISICO

Controlla la frequenza delle sue pipì. Se il bimbo si sveglia dal pisolino asciutto, può essere il momento giusto

SVILUPPO COGNITIVO

Se il bimbo formula delle frasi e conosce il significato di asciutto e bagnato; pulito e sporco oppure lavarsi, sedersi, alzarsi.

In sostanza quando il bimbo riesce a verbalizzare il sentire il pannolino sporco da cambiare oppure ferma il proprio gioco per fare pipì o altro.

SVILUPPO EMOTIVO

Se il bimbo osserva e imita alcune azioni oppure segue le istruzioni tipo mettere a posto i giochi o saper mettere/togliere i pantaloncini.

COSA NON DIRE

NON SI TOCCA, È CACCA!

Non usiamo quest’espressione, il bimbo visualizzerà la cacca come una cosa brutta e negativa, dalla quale allontanarsi. La cacca fa parte delle nostre funzioni fisiologiche, nulla di cui vergognarsi o dalla quale nascondersi.

PREMIARE

Se promettiamo un premio il bimbo penserà che rispondere ad un proprio bisogno fisiologico sia solo per compiacere noi genitori o perché esiste poi un regalo.

Il bambino dovrebbe essere contento di diventare indipendente perché agisce come mamma e papà.

NON PUNIRE

Il controllo di vescica e intestino è un processo fisiologico e delicato e non andrebbe fidato né puniti eventuali incidenti.

Il bimbo potrebbe volersi nascondere o non verbalizzare il suo disagio.

GLI STRUMENTI

* IL VASINO

Deve essere semplice e comodo, messo in bagno per far capire qual è il luogo preposto. Potrebbero esserci giochini o libricini a far compagnia al piccolo.

* RIDUTTORE

Aiuta il bimbo a sedersi sul WC come mamma e papà.

IGIENE, RESTIAMO PULITI!

Insegniamo al nostro bambino l’importanza di lavarsi le mani: lo aiuterà a creare una routine sicura e fondamentale per l’igiene quotidiana.

Possiamo anche inventarci il gioco della carta igienica: per le femminucce mostriamo la pulizia da davanti a dietro per evitare infezioni batteriche causate dalle feci alle vie urinarie.

PER I MASCHIETTI

Finchè sono piccini, la maggior parte dei bimbi fa pipì seduti mentre crescendo e imitando papà cambiano la posizione IN PIEDI.

Prestiamo attenzione al PREPUZIO. Tutti i neonati nascono col prepuzio lungo e chiuso da un foro stretto poichè non deve svolgere altre funzioni se non quelle fisiologiche.

Crescendo e con la pubertà il cambiamento avviene naturalmente.

Evitiamo quindi manovre di pulizia che possono essere oltre che dolorose anche rischiose. Alcune piccole ferite causate potrebbero poi dare problemi in futuro.

OPS, HO BAGNATO IL LETTINO!

Come spiegato nel libro “Cacca addosso, pipì a letto” (Herbert M.) il controllo di intestino e vescica avviene solitamente così:

  • intestino durante la notte

  • intestino durante il giorno

  • vescica durante il giorno

  • vescica durante la notte

Dal momento in cui il bimbo riesce a svegliarsi asciutto per una settimana, possiamo decidere di non usare il pannolino per la notte. Una traversina può aiutare per eventuali incidenti.

LE REGRESSIONI

Può capitare che il nostro bimbo già abituato al vasino, viva una regressione. Ecco le ragioni più comuni:

  • un cambiamento come un trasloco, un fratellino/sorellina, un matrimonio/divorzio, una vacanza

  • un malanno del bimbo o del genitore

  • un genitore che torna a lavoro, il fratellino/sorellina che va a scuola

  • incidenti di percorso, magari anche in pubblico, che hanno minato la sua sicurezza e fiducia

Sono temporanee, abbiate pazienza e proponete vasino o WC o leggete insieme libricini a tema.

MA SE NON LA TIENE?

Se il bimbo è pronto al vasino deve fare pipì ogni ora e mezza/2 ore. Chiediamo se gli scappa sempre prima di uscire o appena rientrati; per le uscite si può usare un vasino portatile o delle mutandine TRAINING.

PER I VIAGGI IN AUTO

  1. create una routine con pause pipì

  2. portate cambi di mutandine, pantaloncini, salviettine, asciugamano

  3. coprite il seggiolino auto con una traversina

  4. portate un vasino portatile

(Liberamente tratto da “Via il pannolino!” – Elena Dal Prà)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close