Allattamento e interventi al seno

È possibile allattare dopo l’intervento chirurgico di riduzione del seno?
L’allattamento al seno dopo l’intervento chirurgico di riduzione del seno è certamente possibile. Con i progressi delle tecniche chirurgiche per la riduzione del seno (riduzione della mammoplastica), i chirurghi sono sempre più in grado di preservare il tessuto producente il latte in modo che le donne che hanno avuto riduzioni del seno siano in grado di produrre quantità significative di latte.

L’allattamento al seno, quindi, è un obiettivo molto raggiungibile se si ha avuto una riduzione del seno, presumendo che si abbia almeno un seno con un capezzolo e un’areola.

Allattamento al seno dpo chirurgia di aumento del seno

L’allattamento al seno dopo l’intervento chirurgico di aumento del seno è assolutamente possibile. La maggior parte delle donne ha del latte, ma alcune potrebbero non avere una piena produzione per almeno il primo bambino. Tuttavia, ogni goccia di latte è estremamente benefica per il tuo bambino e ci sono molti modi per aumentare la produzione di latte.

Sebbene le dimensioni ridotte del seno non siano un fattore di rischio per la bassa produzione di latte, alcuni tipi di mammella sono noti come fattori di rischio per il tessuto ghiandolare insufficiente. Questi tipi includono i seni a forma tubulare, i seni distanziati (più di 1,5 pollici di spazio tra di loro), seni non sviluppati e seni asimmetrici. Quando esiste un piccolo tessuto ghiandolare, la capacità di produzione del latte viene significativamente ridotta anche prima che avvengano le procedure chirurgiche.

Sfortunatamente, la maggior parte delle donne riferisce di non essere informata che possono avere una carenza intrinseca di tessuto ghiandolare o che l’aumento del seno può ridurre la capacità di allattare.  Come in tutti gli interventi al seno, la rottura dei dotti o dei nervi si tradurrà in una minore produzione di latte. La posizione, l’orientamento e l’estensione dell’incisione determinano la quantità di produzione di latte interessata.


I chirurghi spesso tentano di ridurre al minimo le cicatrici in chirurgia di aumento del seno per migliorare l’aspetto estetico del seno inserendo incisioni in aree meno visibili, come sull’areola o sotto il seno nella piega inframammaria. Un’incisione sul perimetro o attorno al perimetro dell’areola, in particolare nel quadrante inferiore esterno, si tradurrà in una riduzione della risposta nervosa al capezzolo e all’areola, riducendo in modo significativo l’eiezione del latte, che a sua volta riduce la produzione di latte.

È possibile allattare dopo l’intervento chirurgico di sollevamento del seno?

L’allattamento al seno dopo l’intervento chirurgico al seno è assolutamente possibile. Nella maggior parte dei casi, non vi sono danni a condotti e nervi poiché viene rimossa solo la pelle. Tuttavia, qualsiasi intervento chirurgico al seno può potenzialmente causare danni ai nervi e ai dotti, esiste comunque la possibilità che una madre possa sperimentare una ridotta produzione di latte con almeno il suo primo bambino. Tuttavia, ogni goccia di latte è estremamente utile per il tuo bambino e ci sono molti modi per aumentarne la produzione.

 

Tradizione non ufficiale da: http://www.bfar.org/possible-reduction.shtml

http://www.bfar.org/possible-augmentation.shtml

http://www.bfar.org/possible-lift.shtml

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close