Diete low – carb

Diete ricche di proteine ​​e basso contenuto di carboidrati come la dieta Atkins, Plank o Scarsdale sono molto popolari. Queste diete possono essere utili per i diabetici e le persone con intolleranza al glutine. In queste diete, proteine ​​e cibi ricchi di grassi non sono limitati; le verdure si.

Le obiezioni principali che ho rispetto a queste diete e simili – e questo vale per tutti, non solo per le madri che allattano – sono semplicemente per il fatto che non sono equilibrate e quindi possono potenzialmente farti sentire male. Queste diete tendono ad essere a basso contenuto di sostanze fitochimiche, antiossidanti e acido folico. Inoltre tendono ad essere a basso contenuto di fibre e minerali (tra cui calcio, magnesio, fosforo e potassio). Per questo motivo, seguirle a lungo termine può aumentare il rischio di vari problemi di salute. Poiché una parte della perdita di peso con queste diete è semplicemente dovuta alla perdita di acqua, la disidratazione è un rischio se il paziente non fa attenzione a bere molta acqua.

Alcune mamme hanno scoperto che le diete a bassissimo contenuto di carboidrati riducono l’apporto di latte. L’abbandono di questa dieta ripristina il volume della produzione.

Questa diminuzione di produzione di latte può essere dovuta a diversi fattori:

Disidratazione.
L’improvviso calo di calorie quando la mamma si mette a dieta. Se una donna è abituata a un certo livello di calorie, un brusco calo a causa di una dieta (o una malattia) può ridurre la sua produzione di latte. Questo improvviso calo di calorie può dare l’impulso al corpo della mamma di essere in “modalità fame” e di conservare su tutti i fronti (quindi meno risorse del suo corpo atte a produrre latte).

Assunzione calorica insufficiente.

Con una dieta a basso contenuto di carboidrati, molte persone non sono quasi affamate – quindi anche se stai mangiando per fame, potresti non assumere abbastanza calorie per sostenere una buona scorta di latte (raccomandate 1800+ calorie al giorno per la madre che allatta, in media). Le tabelle alimentari indicano che le persone che seguono queste diete auto-limitano il loro apporto calorico a meno di 1700 calorie al giorno.

Alcuni suggerimenti per le mamme che desiderano provare una dieta a basso contenuto di carboidrati:

  • Attendere fino a quando il bambino ha almeno 2 mesi prima di farla;
  • aspettare fino a quando il bambino inizia i solidi (6+ mesi) dovrebbe essere ancora meglio.
  • Bere abbastanza acqua per evitare la disidratazione.
  • Evitare un’improvvisa diminuzione dell’apporto calorico.
  • Iniziare gradualmente.
  • Tenere d’occhio il tuo apporto calorico. La maggior parte delle mamme dovrebbe evitare di scendere al di sotto di 1800 calorie al giorno.
    La maggior parte delle fonti consiglia che le madri che allattano evitino la Fase I della dieta, e invece inizino con la Fase II.
  • attenzione che non diminuisca la produzione di latte. Tieni d’occhio la produzione di pannolini e l’aumento di peso del bambino.

Fonte: https://kellymom.com/nutrition/mothers-diet/mom-lowcarb/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close